Perchè continuare?


Sono passati tanti anni da quando, nel 1999, mi venne l'idea di fornire ai pazienti uno strumento che potesse seguirli nella gestione della loro dieta quotidiana, semplificandone l'applicazione.
Ci saremmo aspettati, io in primis, che questo non sarebbe rimasto un caso isolato, che la tecnologia della comunicazione avrebbe semplificato la strategia nutrizionale fornendo mezzi di comprensione al consumatore che avrebbe così imparato ad orientarsi sempre meglio.
Bene, mi sono sbagliato. Se prima ci poteva essere un po' di confusione in campo alimentare, ora regna veramente sovrana: dicevo, nella home page del sito precedente che bisognava fare chiarezza, ovvero parlare di nutrizione al di fuori degli schemi e dei luoghi comuni , degli interessi commerciali che incatenano l'informazione, delle banalità, insomma, che servono a "vendere".
Dicevo, allora, che si doveva parlare di dieta senza raccontare che "bisogna mangiare meglio", "imparare a mangiare" o "mangiare di tutto un po' " in quel modo spesso deliberatamente ambiguo proprio di chi molto parla ma nulla vuole dire.
Non solo, negli anni, non è cambiato nulla ma, se possibile la situazione è peggiorata: la Nutrizione è finita sempre più spesso in mano ad avventurieri di ogni tipo, personal trainers, fattucchiere ed imprenditori che definire spregiudicati è eufemistico.
Nel frattempo, chi avrebbe dovuto controllare la situazione, ha taciuto e tace: il motivo mi è ignoto ma non sarebbe così strano se ciò avvenisse per non urtare interessi abbastanza evidenti. L'alimentazione, una volta propria di una realtà familiare, in cui ognuno poteva operare scelte personali, è andata sempre più verso una dimensione sociale, nella quale orientamenti di gruppo, spesso caratterizzati da motivazioni puramente economiche, hanno preso il sopravvento.
Un'economia familiare non ha, infatti, le stesse esigenze economiche che può avere una ristorazione collettiva ed una società che deve accettare queste regole deve essere addomesticata in modo da accettarle senza farsi domande.
Quindi, perchè continuare, nonostante questa deriva? Perchè io sono ancora convinto, come allora, che sia possibile fornire indicazioni dietetiche pratiche, con una metodica "user friendly", utili alla gestione quotidiana, grazie anche alla sempre più frequente presenza, sui prodotti di confezione, di informazioni riguardo a contenuti e porzionature.
Per questo motivo, ho voluto implementare il Sistema Dietetico Interattivo CleverDiet®
Questo sito non vuole essere minimamente apparentato con i tanti altri presenti in rete che forniscono diete on line: sono certo che, in un mondo che tende a spersonalizzare i rapporti, quello medico paziente non possa essere in alcun caso alienato o sostituito.

Come funziona...


CleverDiet® è un software in grado di rendere interattiva la dieta del paziente.
La dieta viene redatta sempre manualmente dal personale specializzato e, in un primo tempo, adattata alle necessità del paziente secondo le sue indicazioni in base alle necessità che emergono durante un primo periodo di prova.
Una volta ottenuto un prodotto soddisfacente, sia sotto il profilo del gusto che dell'organizzazione, questo è pronto per essere posto in rete sul nell'Area Riservata di questo sito.
Il paziente, a questo punto, può interagire autonomamente con il proprio schema dietetico apportandovi le modifiche che via via si rendono necessarie.
Un primo livello, più semplice, consente di sostituire un alimento ad un altro, mentre il sistema di calcolo garantisce il mantenimento non soltanto dell'apporto calorico, ma soprattutto le proporzioni relative a proteine, grassi e zuccheri. Ogni schema modificato dal paziente, quindi, risulta fruibile esattamente come quelli originali redatti all'inizio della terapia. In questo modo è possibile utilizzare decine di alimenti diversi, permettendo così un apprendimento graduale e completo dei rapporti che intercorrono tra i vari alimenti. Le modifiche effettuate possono essere stampate in formato PDF ed aggiunte agli schemi già in possesso del paziente.
Un secondo livello, un poco più complesso, dedicato a pazienti che già abbiano preso confidenza con il primo, consente di salvare le proprie diete modificate sul database del sito, di eliminare o aggiungere alimenti desiderati, intervenire sulle quantità e/o sulle porzionature, rendendo la dieta ancora più adattabile e maneggevole. Un database di quasi tremila alimenti, spesso caratterizzati da indicazioni di marca e porzionatura reperibili in commercio, è a disposizione per rendere facile e, se vogliamo, piacevole la propria dieta.
Una sezione particolare è destinata ai nostri pazienti diabetici: in questo caso il sistema CleverDiet® permette modifiche più precise garantendo non solo il mantenimento delle proporzioni complessive dello schema dietetico, ma anche quelle all'interno dei singoli pasti, in modo che possano andare di pari passo con le prescrizioni farmacologiche imposte dalla terapia. Infine, un'ultima sezione racchiude le diete normocaloriche (le cosiddette diete di "mantenimento") redatte per i pazienti che hanno concluso il proprio percorso e desiderano comunque avere un riferimento interattivo da consultare in caso di necessità.
Il sistema interattivo CleverDiet® è un supporto riservato ai nostri pazienti e non prevede un servizio on line svincolato dal controllo medico in presenza.